Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Piccoli ambasciatori di pace 2011 a Fucecchio
Martedì 12 Luglio 2011 17:54

Ospiti d'eccezione dall'Africa: sono i bambini saharawi

Sono stati accolti dal consiglio comunale. Durante questa settimana sono previste per loro tante attività e incontri con le associazioni del territorio

Con il rito del tè, che caratterizza gli incontri delle popolazioni del Sahara, si è celebrato sabato scorso in consiglio comunale a Fucecchio l’arrivo delle delegazione saharawi in città. Si tratta di un gruppo di bambini che per tutta la settimana rimarrà a Fucecchio ospiti delle tante associazioni che lavorano al progetto di sostegno a questo popolo.

Ad accoglierli c’era il sindaco Claudio Toni, l’assessore Massimo Talini, l’assessore alla cooperazione internazionale Sandro Buggiani, i consiglieri comunali Fabio Calugi (PDL), Aurora Del Rosso (PD) e Giulia Talini (PD), e i rappresentanti della Consulta del Volontariato, dell’associazione Hurria e della Fondazione I Care.

“L’amministrazione comunale di Fucecchio e le associazioni del territorio– spiega l’assessore Buggiani – sono impegnati da molti anni nel sostegno a questo popolo in fuga da oltre 35 anni nel deserto del Sahara. Un popolo che con grande dignità cerca di far valere i propri diritti cercando di diffondere la propria causa fuori dai confini dell’Africa. Fucecchio si è sempre dimostrata solidale: siamo gemellati con la tendopoli di Bir Enzaran e quest’anno, oltre alle associazioni di volontariato, anche alcuni studenti dell’Istituto “Checchi” sono stati in visita nei campi rifugiati profughi per conoscere dal vivo la loro realtà e le loro difficoltà. Chi va nelle loro tendopoli però scopre anche la grande dignità e la voglia di libertà di questo popolo”.

A Fucecchio, che realizza il progetto di accoglienza insieme al Comune di San Miniato, i bambini provenienti dal Sahara avranno l’occasione di incontrare i loro coetanei e di partecipare a tante iniziative che le associazioni di volontariato hanno organizzato per loro. Faranno anche sport in collaborazione con l’AC Giovani Fucecchio, attività all’aperto presso il maneggio Monokeros e al lago I Salici con l’associazione Semplicemente, altre attività con l’Associazione AVO, Fratres, con la Contrada Santa Andrea.

Ma tra gli aspetti più importanti è opportuno ricordare, oltre alla socializzazione, quello relativo alla salute. I bambini saharawi avranno infatti occasione di essere sottoposti a viste mediche ed esami che nelle loro tendopoli non potrebbero fare.
“Voglio personalmente ringraziare – conclude l’assessore Buggiani – tutte le associazioni e tutte le persone, che a titolo assolutamente gratuito, si stanno impegnando in questi giorni per l’accoglienza di questi bambini. Il loro impegno è davvero un grande contributo ed un gesto di grande solidarietà.”

Fonte: Comune di Fucecchio - Ufficio Stampa
http://www.gonews.it/articolo_92044_Ospiti-deccezione-dallAfrica-sono-bambini-saharawi.html
 

News da Libera Saharawi!

Libera i Sahrawi!
Campagna per la liberazione di tutti i prigionieri politici sahrawi detenuti nelle carceri del Marocco e del Sahara Occidentale occupato, in occasione dello sciopero della fame iniziato il 31 ottobre 2011 dai sahrawi detenuti a seguito dello smantellamento del “Accampamento della dignità” a Gdeim Izik (8 novembre 2010). Contro la repressione e la violazione dei diritti umani fondamentali nei territori occupati dal Marocco e per l’autodeterminazione del Sahara Occidentale.
  • Repressione contro i familiari dei detenuti di Gdeim Izik

    I familiari dei 23 prigionieri politici, detenuti nel carcere di Salé (Rabat) a seguito dei fatti di Gdeim Izik, hanno isscenato, insieme ad altri sahrawi, una manifestazione a El Aiun occupata, nella centrale via Smara, nel momento in cui, il 23 febbraio 2012, i loro congiunti stavano facendo uno sciopero...

  • Dichiarazione di fine sciopero della fame

    In seguito alla loro partecipazione all’accampamento di Gdeim Izik, i 23 detenuti politici sahrawi hanno messo fine allo sciopero della fame che durava dal 31 ottobre 2011 e che è durato per 38 giorni, durante i quali hanno sofferto ogni conseguenza di tale sciopero.

    Dopo il dialogo avuto con i prigionieri,...

  • Il 10 dicembre: una giornata per i sahrawi

    Il 10 dicembre è la giornata internazionale dei diritti umani, in occasione dell’adozione nel 1948 della “Dichiarazione universale dei diritti umani” da parte dell’Assemblea generale dell’Onu. Questa giornata non deve restare solo un ricordo ma deve essere un invito all’azione.

     

    Vogliamo ricordare i diritti violati di un popolo troppo spesso dimenticato:...

  • Ultima ora: sospeso lo sciopero della fame

    Dichiarazione di cessazione dello sciopero della fame

    Dopo la visita di “Mohamed Sabbar”, segretario generale del Consiglio  nazionale dei diritti umani, di “Abd Salem Zaria” membro del Consiglio, e di “Baddou” direttore della Amministrazione pubblica centrale delle carceri, e dopo l’apertura di un dialogo con i progionieri politici sahrawi,...



feed-rss feed-rss